Che cuore e che animo

3 Maggio 2014

Chiusura in bellezza a Bogliasco contro il Pieve, con tanti problemi e tante criticità ma con un gruppo, all'osso, di ragazzi stupendi che hanno tirato fuori di tutto e di più; la loro gioia infinita al termine della partita è stata commovente e il premio più bello per chi per tutta la stagione li ha seguiti e aiutati a crescere; si sono dati e ci hanno dato una grandissima soddisfazione.
Dall'inizio: solita telefonata quasi all'alba di mister Gerri ultimamente sempre foriera di sopravvenute sfighe; forfait per Luca Salucci infortunato la sera prima nella partitella contro la 1° squadra, la scorsa settimana era toccato a Marti Roncan che ieri è rientrato ma privo di allenamenti e ancora leggermente acciaccato, sospetto stiramento per Fede Falchero anche lui nella partitella della sera prima, forse era meglio evitare; Lollo Alloisio non ce la fa a rientrare e così pure anche Tommi Dufour ancora fuori uso fisicamente; Filo Tassara e Lore Risso fratturati sabato scorso, Biggio Murialdo e Pietro Caprotti con impegni vari, siamo di nuovo all'osso e un paio dei "contatissimi" sono in condizioni fisiche precarie; Vitto Civardi ha perso il nonno il giorno prima, condoglianze da tutta la squadra e dalla Società, poco prima dell'inizio della partita ci sarà il Rosario, forse ci raggiungerà a partita iniziata.
Appena arrivati a Bogliasco arriva la telefonata di Ale Izoard che appena uscito da casa ha avuto un incidente con la macchina e se riesce arriverà in ritardo; presentiamo la distinta all'arbitro con dodici presenti compreso il secondo portiere Riki Gandolfi e due "forse arrivanti".
Si parte, le due squadre si studiano prendendosi un po' le misure e verso il quarto d'ora Marti Roncan da una ventina di metri abbondanti tira una sassata incredibile sotto la traversa e ci porta in vantaggio; giochiamo bene, nel frattempo sono arrivati Ale e Vitto ma lo stiramento di Fede comincia a farsi sentire e prima della mezz'ora esce sostituito da Civardi che opera a centrocampo, non è il suo ruolo ma spinge tanto, é potente fisicamente e ha una bella corsa, praticamente un gladiatore; Gae Spigno accusa un risentimento inguinale ma stringe i denti, è appena rientrato con un poker di gol al Torriglia, dopo un'assenza dalla fine dello scorso anno; ma anche i gladiatori sono fatti di carne e di muscoli, Vitto in un contrasto sulla fascia sinistra si rialza un po' incerto con la caviglia dolorante, mancano pochi minuti alla fine del primo tempo e spera di riprendersi.
Nel finale una conclusione ravvicinata di Riki Barile praticamente a botta sicura viene neutralizzata dal portiere avversario e così andiamo al riposo in vantaggio di un gol; i ragazzi sono provatissimi, Nico Verrina ha problemi alla schiena, Marti accusa dolori alla gamba infortunata, Vitto ha la caviglia "al limite", Gae problemi all'inguine; mister Gerri chiede a tutti, ma non ce n'è bisogno, di stringere i denti e di continuare a soffrire ma ha un unico cambio, Ale Izoard, difensore centrale e aspetta solo l'ultima sfiga per buttarlo dentro, obbligatoriamente e non per scelta.
Dopo neanche dieci minuti la caviglia di Vitto, dopo l'ennesima battaglia sulla sinistra, dice basta ed esce da vero leone dal campo; dentro Ale, manca più di mezz'ora, non abbiamo più cambi, loro si e la tenuta fisica dei ns. con tutti gli acciacchi vari è un punto interrogativo; resistiamo, ripartiamo, i ragazzi tirano fuori tutto quello che hanno ancora dentro e ancora di più; Mago Magazzini arretra a dar man forte al centrocampo e là davanti resta solo Gae che dopo aver preso un sacco di colpi reagisce con una spallata all'ennesimo fallo e viene sbattuto fuori, uno psicodramma che si arricchisce di un altro episodio sfavorevole. Là dietro Fra Tripodi, Nico Verrina e Ale chiudono ogni varco, Fra Santolini sembra un tarantolato, difende con una grinta pazzesca, cerca le ripartenze e addirittura ogni tanto si propone in fase offensiva, una forza della natura; sulle fasce Andre Zaffino e Riki Barile che insegue il sogno dei 20 gol in questo campionato, ne manca solo uno e sotto la maglia gialloblu c'è quella bianca "con dedica speciale", continuano a recuperare palloni e a pungere la difesa avversaria che non si pone problemi anche ricorrerendo alle maniere forti; in mezzo, carichi di adrenalina, Umbo Montefiori, Marti Roncan e Mago Magazzini sembra abbiano più gambe e tenuta che nel primo tempo, stanno dando l'inverosimile per portare a casa il risultato.
Indietro Lore Campanella ha dato sicurezza alla difesa, è stato poco impegnato e ha fatto sempre bene, perdendo anche un po' di tempo quando è stato il caso e beccandosi anche un giallo nel 2° tempo per questo; bravo anche Riki Gandolfi, ieri in panca, per tutto il campionato hanno giocato alternandosi settimanalmente, grandissimi amici e compagni di classe, due ragazzi veramente molto seri.
A pochissimi minuti dal termine, in fase offensiva nonostante l'inferiorità numerica, Andre Zaffino sulla linea di fondo avversaria si ferma per soccorrere un avversario colpito da crampi; il Pieve conquista palla e "da veri sportivi" continua incredibilmente l'azione; dalla ns. panchina si alzano urla di rimprovero per questo "indegno" comportamento, volano insulti e parolacce, la tensione è alle stelle e poi in azione di contropiede di Mago, se gli facessero l'antidoping non so cosa salterebbe fuori, una ripartenza in solitaria dopo 90 min. intensissimi, un assist per Riki che si invola sulla sx., non è la sua fascia, salta il portiere, si allarga e ...........GOOOOOOL !!!!! , è fatta, è praticamente finita, la panca con tutto lo staff e i due infortunati salta in piedi ed entra in campo, Riki si becca il giallo per essersi tolto la maglia ed aver esibito quella con dedica, che chiusura per la squadra e per lui!
Ancora un minuto e triplice fischio.
In campo succede purtroppo di tutto, il Pieve proprio non riesce a digerire le sconfitte e la reazione è isterica, volano schiaffi e spinte a stento trattenute, nello spiazzo tra il campo e gli spogliatoi la scena si ripete e poi finalmente tutti negli spogliatoi, noi a festeggiare una prova grandissima di cuore, carattere e maturità sportiva; ieri sera ho mandato a tutti i ragazzi un sms speciale, lo volevo e glielo dovevo: " SIETE STATI STUPENDI, GRAZIE RAGAZZI ! "; una risposta fra tante quella di Mago: "STAGIONE INCREDIBILE, GRAZIE A TUTTI ! ".
Il Pieve è staccato di 6 punti, alla pari con l'Anpi che stamattina gioca in trasferta al Lagaccio contro la Nuova Oregina e siamo un punto avanti alla Rivarolese che sempre stamattina gioca anche lei in trasferta contro i primi "virtuali" del Football Genova; possiamo chiudere quarti o quinti, sesti non credo, comunque vada è stato un bellissimo campionato, per gli ex Allievi al loro primo campionato da Juniores, per gli ex Juniores che quest'anno si sono tolti un sacco di soddifazioni, ho ancora in mente il rientro negli spogliatoi alla 1° di campionato contro la Genovese con un soffertissimo e meritato pareggio e la gioia che avevano provato nel sentirsi finalmente protagonisti, e infine per i "nuovi" che si sono subito calati e fatti coinvolgere nello "spirito Carignano".
GRAZIE ovviamente anche e soprattutto allo staff tecnico, veri amanti dello sport, e al mio "socio" Robi Gandolfi.
Tra una decina di giorni, gite scolastiche permettendo, pizzata di fine campionato e poi torneo nella seconda metà del mese.
Un abbraccio ancora più forte del solito.
Aldo