Quinta di campionato

26 Ottobre 2013

Grazie innanzitutto a Massimo, Gerri e Roberto per la bellissima prova d'affetto che mi hanno fatto provare prima dell'inizio della partita; squadra con il lutto al braccio per la scomparsa di mia mamma martedì scorso e "accordo" con l'arbitro per un minuto di raccoglimento, mi sono ovviamente commosso e ancora una volta ho avuto prova di far parte di una famiglia.
Anche i ragazzi hanno cercato di dare il loro contributo volendomi a centrocampo tra loro e cercando in campo di dare il massimo, per me e per mia mamma.
Per tutto il primo tempo ci erano anche riusciti; abbiamo tenuto bene il campo facendo girar palla e non correndo grossi pericoli anzi, avevamo anche a mio parere segnato un gran gol con un tiro da fuori di Umbo Montefiori che colpiva la traversa, rimbalzava a terra, oltre la riga ?, da bordo campo sembrava proprio di si, in risalita colpiva nuovamente la traversa per poi uscire definitivamente.
L'arbitro diceva di no, sta a lui decidere e quindi al riposo sullo 0 a 0 con la presunzione di aver giocato un pò meglio dell'avversario, di aver tenuto più possesso palla ma , stringi stringi, in parità.
Ad inizio ripresa Gae Spigno accusava dolori alla schiena che ogni tanto rifanno capolino, due anni fa stop di quasi 6 mesi e tanta piscina, l'anno scorso per un periodo più breve per fortuna, qualche avvisaglia già quest'anno e chiedeva il cambio.
Dentro Riki Barile che quest'anno ha già segnato due gol; non è una vera punta ma la porta la vede abbastanza.
Quasi alla metà della ripresa il patatrac, palla lunga in avanti degli avversari, ns. difesa presa di sorpresa che non riesce a chiudere, quante volte è già successo quest'anno, direi che più della metà dei gol presi da inizio campionato sono stati la fotocopia di questo e così pure quello del 2 a 0 pochi minuti dopo; usciva Fra Santolini rimpiazzato da Luca Magazzini, poi arriva anche il terzo gol, quello del KO definitivo, Marti Roncan esce perchè il risentimento all'inguine che lo ha tenuto fuori per una decina di giorni sembra riacutizzarsi, entra Stefano Re e nel finale Nico Verrina per Filo Tassara.
A meno di 5 minuti dal termine Ange Penco entra in area e viene a contatto con il portiere finendo a terra, l'arbitro fa segno di proseguire e poi ferma il gioco per soccorrerlo, nel ginocchio i segni netti dei tacchetti; non sarebbe cambiato nulla però .........., finiamo la partita in 10 perchè Ange non ce la fa proprio a rientrare.
Vediamo il mezzo bicchiere pieno, il bel primo tempo con il gol non accordato, la volontà sempre e comunque di reagire, speriamo che con il rientro di qualche infortunato come Lollo Alloisio al centro della difesa si sistemino un pò di cose là dietro e vediamo veramente domenica prossima a Masone di andare a prenderci quei tre punti che ancora non abbiamo ancora conseguito per risalire in classifica e crescere di morale per affrontare poi in casa il S.Eusebio e cercare così anche il primo successo interno.
Buona domenica a tutti e ancora grazie di cuore per quello che ieri mi avete dimostrato, un abbraccio ancora più forte del solito.

Aldo